Dall’orto con amore!

È con grande piacere che abbiamo l’onore di presentarvi l’unica, inimitabile, “Dall’orto con amore”, la nuova rubrica mensile di Legambiente Limena.
Quest’idea è un primo passo verso il ripensamento dell’attività informativa di Legambiente Limena che in un futuro prossimo forse vedrà più rubriche fisse su i diversi argomenti cari al nostro circolo.
“Dall’orto con amore intende promuovere le attività del nostro orto anche consigliando pratiche biodinamiche di base che da diversi anni sperimentiamo nel orto didattuco di via Ceresara a Limena. Ci auguriamo che possa essere una piacevole lettura da cui poter attingere qualcosa di utile. Che dire .. buona lettura.

 

le nebbie nell'orto int

Ecco che arriva novembre e le “inquietanti nebbie gravi coprono gli orti”.

Ci prepariamo all’inverno e anche gli insetti che durante l’estate hanno banchettato nel nostro orto si preparano.

Di sicuro in questa stagione possiamo trovare cimici in casa e come li troviamo in casa potremmo trovarli anche in posti riparati vicino al nostro orto. Con poche mosse possiamo realizzare dei piccoli ripari per i cimici per poterli successivamente catturare ed eliminare oppure per preparare un rimedio che useremo durante l’estate al fine di allontanarli, ad esempio, dai nostri pomodori: la tintura madre di cimici.

Se abbiamo un palo, una staccionata o una vecchia sedia che non usiamo possiamo metterla fuori e adagiarci sopra del tessuto non tessuto o dei panni vecchi che non usiamo più. Possiamo mettere a cavalcioni della staccionata sempre del tessuto non tessuto o dei panni. I cimici pian piano si ripareranno lì e noi potremo raccoglierli o eliminarli.

Ma come si fa la tintura madre?

Se riusciamo a catturare una trentina di cimici (meglio se di più) li possiamo mettere immediatamente, ancora vivi, in un vasetto di vetro trasparente sotto grappa (che non sia aromatizzata) tenendo presente che più varietà di cimici catturiamo meglio è. Dopodiché chiuderemo il vasetto col suo coperchio e lo lasceremo esposto al sole ed alla luna per almeno un mese (di questa stagione meglio per almeno un mese e mezzo perché i raggi solari arrivano più tenuamente e per meno tempo). A tempo debito filtreremo la parte liquida da quella solida e così otterremo la tintura madre che si può conservare tranquillamente per due anni. Questa la possiamo utilizzare mescolandone un cucchiaino in circa dieci litri d’acqua per circa venti minuti.

cimici asiaticheQuesta tintura la useremo preventivamente, cioè prima che escano i cimici o appena vedremo il primo cimice, altrimenti avrà meno effetto o quasi nessun effetto. Questo è un punto fondamentale da tenere a mente. Il trattamento andrebbe ripetuto costantemente con frequenza almeno settimanale. Se piove appena dopo che abbiamo fatto il trattamento dovremo ripeterlo (anche se piove il giorno dopo il trattamento è consigliabile ripeterlo).

loading