Giovani in campo aperto, percorso formativo per piccoli imprenditori 2.0

Giovani in campo apertoImportanti novità all’orto didattico del circolo Legambiente di Limena, nato nel 2010 come esperienza concreta funzionale alla proposta, tuttora in via di elaborazione, di parco agropaesaggistico che interessa l’area metropolitana di Padova.

 

Stiamo raccogliendo le adesioni a GIOVANI IN CAMPO APERTO percorso formativo per GIOVANI piccoli imprenditori 2.0: suddiviso in quattro moduli, è GRATUITO e con BORSA LAVORO fino a 500 euro, riservato ai giovani dai 18 a 29 anni residenti in provincia di Padova, che al momento dell’adesione non frequentano un corso di studio, non lavorano e non sono impegnati in stage formativo. GIOVANI IN CAMPO APERTO è un’attività realizzata con il contributo del Centro Servizio di Volontariato di Padova all’interno del PROGETTO IDEE DI BUONE PRATICHE – TAVOLO NEET – ANNO 2015

Download (PDF, Sconosciuto)

 

Vedi qui nel dettaglio il percorso proposto:

Download (PDF, Sconosciuto)

Per maggiori informazioni scrivici a [email protected] o contattaci al n. 3406634702

 

ortobio

E per quanti vorrebbero imparare a fare l’orto (o migliorarsi) secondo il metodo biologico c’è IL MIO ORTOBIO, il corso teorico e pratico organizzato da Legambiente Limena e Diversamentebio in collaborazione con il comune di Vigodarzere e il contributo del Centro Servizi Volontariato di Padova. Venerdì 26 febbraio alle 20,45 il corso verrà presentato a Saletto di Vigodarzere c/o la sala polivalente F. Fellini in via L. da Vinci, 50.  Per vedere il programma completo clicca qui

Perché queste iniziative? Tutto è nato alcuni anni fa da una riflessione sulla sostenibilità ambientale e sociale dei nostri stili di vita sviluppatasi all’interno del circolo. Una riflessione sempre più diffusa nella società dove ci si sta accorgendo dei limiti ambientali posti dal pianeta, ma anche dei negativi risvolti sociali di un sistema di consumi irrazionale e privo di qualsiasi equilibrio.

Nasce così l’idea di aggregare persone diverse attorno al tema del lavoro agricolo su piccola scala finalizzato all’autoproduzione con le tecniche dell’agricoltura biologica.

Si tratta di un percorso di formazione pratica che innesca inevitabilmente una riflessione teorica dai molteplici risvolti inducendo una riflessione critica sulle attuali pratiche agricole prevalenti e sui possibili sbocchi positivi che potrebbe assumere un’agricoltura rinnovata in relazione alla qualità dei prodotti, ma anche alla salvaguardia dell’ambiente.

Nello stesso tempo si incrocia un bisogno economico e sociale che vede l’autoproduzione di cibo quale forma di integrazione al reddito, ma anche fonte di benessere psicofisico.

Viene posta attenzione, tra l’altro, al tema della fruibilità di terreni periurbani privati o pubblici incolti, quando non degradati.

Viene posto più in generale il tema del “ritorno alla terra” quale rinnovata consapevolezza del valore che ciò assume anche ai fini di una custodia diffusa e partecipata della stessa.

Scuola orticoltura

IL PROGETTO

Il circolo Legambiente Volontariato Limena ha in gestione un’area agricola di circa un ettaro con annesso rustico. Parte di quest’area è adibita ad orto didattico. Parte dell’orto è collocato tra i filari di un vecchio vigneto preesistente che viene gestito con il metodo biologico. L’acqua che serve all’irrigazione proviene in parte dalla raccolta dell’acqua piovana.

Negli anni il progetto si è sviluppato attraverso corsi di formazione di orticoltura biologica aperti a tutti e percorsi formativi rivolti a persone in difficoltà socioeconomica abbinati, in questo secondo caso, ad un riconoscimento economico ed alla fruizione dei prodotti dell’orto.

Il buon andamento complessivo del progetto è curato da alcuni volontari del circolo.

 Il mio orto bio

Il corso di formazione è aperto a tutti: sia a coloro che già praticano quest’attività privatamente o presso gli orti urbani comunali, sia a quelli che si avvicinano per la prima volta alla pratica della coltivazione di un orto per autoconsumo. È prevista per ogni partecipante una quota di sostegno al progetto che viene utilizzata per i costi vivi quali ad esempio la docenza e l’acquisto delle piantine. I tempi di svolgimento si estendono da marzo a giugno secondo un calendario ben definito che prevede lezioni teoriche e pratiche. La docenza è affidata ad un tecnico consulente in agricoltura biologica. Il corso è organizzato assieme all’associazione Diversamente Bio

Giovani in campo aperto

Il progetto ha sempre perseguito l’obiettivo di coniugare la formazione (svolta con il corso di orticoltura) con la solidarietà. Fino ad ora ci si era rivolti in modo indifferenziato a qualsiasi soggetto in temporanea difficoltà socio economica, come ad esempio cassintegrazione, disoccupazione, pensione al minimo o comunque reddito insufficiente.

 

Quest’anno il progetto è svolto in collaborazione con altre associazioni di volontariato, con le quali è stato discusso e condiviso un percorso di attenzione a quella particolare fascia di popolazione giovanile, chiamate comunemente N.E.E.T., caratterizzata dalla contemporanea condizione di assenza di attività lavorativa e di percorsi formativi.

Il circolo Legambiente di Limena si inserisce in questo più ampio progetto offrendo gratuitamente a quattro ragazzi che si trovino a vivere tale situazione la partecipazione al corso di orticoltura.

Agli stessi si offre, inoltre, la fruibilità dei prodotti dell’orto ed un contributo economico (circa 500 euro) in cambio della disponibilità di almeno cinquanta ore distribuite nell’arco di sette mesi da dedicare alla “manutenzione” dell’orto sotto la supervisione di un coordinatore (dottore agronomo esperto in agricoltura biologica). In questo modo le ore di manutenzione diventano tra l’altro un ulteriore momento di formazione e di arricchimento dell’esperienza.

Questo progetto, che ha risvolti economici di rilievo non direttamente sostenibili per il circolo, è stato reso possibile dal finanziamento del Centro Servizi per il Volontariato di Padova.

 

loading